Il sogno e il mondo infero di James Hillman

Nell’Odissea Omero colloca i sogni o direttamente nella casa di Ade o nelle vicinanze del suo regno, nell’Oceano, a occidente, dove tramonta il sole. Per Virgilio , l’intera progenie della Notte risiede nel mondo infero, e questa rimase la convinzione di tutta la poesia latina: Ovidio dice che i sogni sono privi di vita corporea, come le creature del mondo infero. Omero aveva espresso lo stesso concetto, rovesciando i termini: l’anima dei morti “vaga volando simile ad un sogno”. Anche la mitologia orfica associa i sogni con la morte e con il sonno, chiamato fratello della morte e dell’oblio. Un parallelo più remoto è rintracciabile in India nello Atharvaveda, dove si dice che i sogni provengono dal mondo di Yama, signore dei morti.

Vediamo come, secondo questo modello antichissimo e mai interrotto della nostra tradizione, la costellazione archetipica alla quale appartengono i sogni sia il mondo della Notte. Ciascun sogno è figlio della Notte, strettamente associato al Sonno, alla Morte e all’Oblio di tutto ciò che il mondo diurno ricorda. I sogni non hanno padre, non hanno vocazione ascensiva. Provengono dalla Notte soltanto, la loro dimora è nel suo regno oscuro. Tale è dunque la genealogia dei sogni, il loro mito delle origini, che ci descrive la loro famiglia archetipica, la sfera a cui appartengono.

Grazie alla convertibilità tra azioni del mondo supero e configurazioni del mondo infero, le figure delle ombre nei sogni ci offrono un modo nuovo di considerare la vita dell’Io desto. Una psicologia del sogno che si fondi sulla fenomenologia mitica del mondo infero convertirà in maniera immaginativa le realtà del mondo quotidiano nelle loro ombre. Saranno queste, ora, le realtà contenute nelle nostre azioni.

Liberamente tratto da: Il sogno e il mondo infero di James Hillman



Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi