Perfect days di Wim Wenders

Su questo ultimo e poetico film di Wim Wenders è stato detto molto. Mi sembra che esistano due scuole di pensiero. La prima, sostiene che il protagonista, Hirayama, dopo aver subito un grave trauma affettivo, che probabilmente ha a che vedere con la figura paterna – forse un rifiuto? – si ritira dagli affetti, vive in solitudine, protetto da una quotidianità scandita da gesti ripetitivi e ampiamente prevedibili. Questo induce alcuni a ipotizzare che Hirayama, per sottrarsi ad ulteriori possibili delusioni, abbia imboccato la strada della desertificazione affettiva. Preferisce bastare a sé stesso piuttosto che ritrovarsi in balia di qualcuno, affettivamente ed emotivamente significativo, che lo faccia soffrire di nuovo. Ma come si concilia questa scelta col fatto che siamo esseri relazionali, che nasciamo all’interno di una relazione e veniamo nutriti dalle relazioni?

Di altro avviso, è chi ritiene che le giornate del protagonista siano tutte uguali solo in apparenza. Perché, nel momento stesso in cui apre gli occhi la mattina alla solita ora, sorride felice al pensiero delle inesauribili sorprese che anche quella giornata gli riserverà. Piccole cose, persone qualsiasi, semplici gesti che osserverà con genuina curiosità. Coltivando la solitudine, Hirayama ha imparato a trasformare la routine in un appuntamento col mistero. Con l’ignoto, conservando intatto lo stupore infantile con cui guardare il mondo.

Di famiglia molto benestante, ha scelto di condurre una vita frugale. Partecipa con interesse garbato alla vita delle persone, che fa del suo meglio per aiutare. E abbellisce ogni sua giornata con musiche e libri, che denotano gusti raffinati. Svolge con solerzia un lavoro umile e poco invidiabile – pulisce i bagni pubblici – che lo rende libero e in pace con sé stesso. Lo dimostra quel sorriso che si tramuta in pianto liberatorio, in cui traspare il rimescolamento di dolore e speranza che lo attraversano. Oggi la sua vita è così, domani chissà?



Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi